venerdì 3 maggio 2013

Fiskefrikadeller - Polpette di pesce

Ed oggi ho aperto una nuova pagina su questo blog: la mia cucina danese. Ma sì qualche cambiamento di tanto in tanto è sempre apprezzato. Fanno bene i cambiamenti. Non sono per la monotonia. E poi ho sempre più voglia di condividere più ricette possibili con tutti voi. Ricette e non solo. Come vi ho detto mi piace scrivere e liberare i miei pensieri. Le prime volte che ho mangiato qui in Danimarca è stato a casa della famiglia del mio ragazzo. Come un po' tutti gli italiani molto fieri della nostra cucina ero sempre un po' restia di fronte ai piatti che mi si presentavano. Ma in ogni paese che ho visitato sono sempre stata aperta ad assaggiare cibi diversi per fondermi ancora di più nella cultura e negli usi locali. 
Qui dove noi mangiamo pasta, loro mangiano fette di pane ai cereali, dove noi beviamo il nostro caffè ristretto, loro bevono tazze infinite di tè. 
Ora che posso organizzarmi cosa mangiare, non ho lasciato la mia tradizione italiana nel dimenticatoio. Nella mia dispensa la pasta non può mancare, la pizza in casa si continua a fare ma sono entrati nella mia quotidianità abitudini nuove. Non ho tolto ma anzi aggiunto. E il mio bagaglio di conoscenza, di esperienza, di flessibilità cresce. 
Il pesce è un alimento di cui non potrò mai fare a meno. Il salmone al forno di casa mia... che bontà... uno dei miei piatti preferiti. E manca. La sogliola cucinata in padella servita solo con un filo di olio crudo durante i miei periodi di cosiddetta dieta... Sì buono anche quello, ma forse non manca più di tanto. ^_^ 
Cerco di preparare un piatto di pesce almeno una volta a settimana. Così l'altra sera ho provato a dilettarmi in una ricetta della tradizione danese a base di pesce, le fiskefrikadeller, come le chiamano qui, che sono semplicemente polpette di pesceOvviamente il tutto accompagnato da verdure e non possono mancare le patate bollite con salsa. Qui nei supermercati si trova la pastella di pesce già pronta. La potete trovare di merluzzo oppure di salmone. Comoda, pronta all'utilizzo e comunque buona.  Quelle che vi propongo qui sono polpette al gusto di merluzzo. C'è anche chi mischia i sapori facendo un mix di merluzzo e salmone. Se non avete possibilità di comprare la pastella già pronta, potete fornirvi di filetti di pesce fresco e prepararvi la vostra pastella. Bene se vi ho incuriosito anche solo un pochino, continuate nella lettura e immergetevi nella ricetta. Eccola qui.

INGREDIENTI (x circa 12 polpette)
250 gr di pesce (pastella di pesce di merluzzo)
40 gr di farina
1 uovo
1/2 cipolla
2 dl di latte
pepe bianco o colorato
1 cucchiaino di sale
burro o margarina
prezzemolo e noce moscata (facoltativi)

COME PROCEDERE
Tritate finemente la cipolla e unitela alla pastella di pesce in una ciotola abbastanza capiente.


Aggiungete la farina, l'uovo sbattuto, salate e pepate. Iniziate a mischiare bene il tutto con un cucchiaio di legno.








Versate a filo il latte poco alla volta facendolo assorbire prima di aggiungerne altro, mescolando con forza.


Ne deve venir fuori una pastella abbastanza densa quindi regolatevi col latte. Dipende dalla pastella e dal tipo di pesce utilizzato. Io con la mia pastella ne ho utilizzato solamente 50 ml.














Solo se preferite, è qui il momento di aggiungere un po' di prezzemolo e un pizzico di noce moscata. Per dare un tocco di sapore in più.














Mettere in frigo per 1/2 ora. Questo passaggio potrebbe essere saltato se siete di fretta. Ma lo consiglio vivamente, per rendere la pastella della giusta consistenza e per far amalgamare bene tutti i sapori. 


Finito il momento di riposo, formate con la vostra pastella delle polpette con l'aiuto di due cucchiai. Devono assumere una forma appiattita su entrambe le superfici. 


Far sciogliere in una padella antiaderente un po' di burro o margarina e cuocete le vostre polpette a fuoco lento. Fatele colorare bene da entrambi i lati.









Servitele con un contorno di verdure e con una salsa calda al prezzemolo. (http://lamiacucinadiconvivenza.blogspot.dk/2013/04/la-persille-sovs.html




   

Nessun commento:

Posta un commento